skip to Main Content

Energy Performance Contract

Icona_contratto

Il contratto EPC è un contratto di durata caratterizzato dall’onerosità e corrispettività delle prestazioni, il fornitore ha un’obbligazione di risultato nei confronti del cliente.

L’EPC permette alle E.S.Co. di offrire un servizio che esonera l’utente dalla gestione, dalla ricerca dei finanziamenti, dal possedere competenze specifiche del settore e soprattutto dall’incertezza del risultato.

Questa particolare forma contrattuale è riservata alle Società E.S.Co. e permette di utilizzare i proventi derivanti dal risparmio energetico per coprire i costi dell’investimento sostenuto.

Come funziona?

icona-fattura
icona-fattura-forbici

Manutenzione
Cliente

0

La manutenzione è
a carico della E.S.Co.

Risparmio
Cliente

10

Il cliente ottiene parte
dei risparmi generati

Quota
Fornitore

50

Il cliente ora consuma la metà
grazie al nuovo impianto

Quota
E.S.Co.

40

Corrispettivo versato
per la durata contrattuale

Nell’esempio il contratto ha una durata pattuita ed al decorrere di esso il cliente ottiene a pieno tutti i benefici senza investimenti per la realizzazione.

contratto-EPC

Utilizzando una rappresentazione grafica della proposta qui sopra, è possibile visualizzare lo sviluppo del Contratto EPC nel corso degli anni. In questo esempio, al concludersi del Contratto EPC, viene stipulato con la E.S.Co. un contratto di gestione dell’impianto.

Caso studio: Sostituzione di impianto di illuminazione

Al cliente viene offerta la riconfigurazione e sostituzione dell’impianto di illuminazione. L’E.S.Co. sosterrà tutte le spese e gestirà, con manutenzione a proprio carico, l’impianto per n. anni.

L’E.S.Co. si impegna a garantire una riduzione dei consumi, a parità di utilizzo, di una certa quantità definita a livello contrattuale in riferimento ai consumi di Baseline pattuiti con il cliente.

Nessuna “sorpresa” o costo nascosto. Il contratto esplicita il costo dell’energia elettrica da utilizzare come riferimento ed un quantitativo minimo di ore di accessione.

Condizioni

condizioniEPC

L’impianto, funzionando 2500 ore, consuma circa 116’000 kWh all’anno per una spesa totale di 17.400 € esclusa manutenzione ordinaria e straordinaria.

L’E.S.Co. sostituisce l’impianto a spese proprie garantendo, a parità di ore di utilizzo, un risparmio del 40% del quale detiene il 100%, l’eventuale risparmio extra viene diviso tra E.S.Co. e cliente, secondo accordi.

Nel corso dei 6 anni successivi il cliente non ha spese di manutenzione e risparmia direttamente circa 1.300 € per anno.

Business Plan

Utilizzando una stima conservativa di 30’000 ore medie, i tubi LED (il cui costo è inferiore alla metà rispetto all’intero impianto) andranno sostituiti dal dodicesimo anno.

istogramma-business-plan

Cifre alla mano

Ipotizzando di tenere costanti le ore di utilizzo (2500) per l’intero periodo e la stipulazione di un contratto di gestione e rendicontazione con l’E.S.Co. dopo l’EPC , si ottiene la seguente proiezione:

cifreallamano

Cifre conservative: in queste proiezioni non si sta tenendo conto dei costi di manutenzione del vecchio impianto che contribuiscono al risparmio del cliente.

Risparmi Proporzionali ai Consumi

Al variare delle attività nel corso degli anni, il risparmio viene normalizzato in funzione delle ore di accensione. Le quote vengono calcolate in base al risparmio totale conseguito nell’anno.

FAQ

Posso riscattare l’impianto prima della fine del contratto?

Si, è possibile riscattare l’impianto prima del tempo stabilito e stipulare un contratto di gestione, manutenzione e rendicontazione con l’E.S.Co.

All’uscita dell’E.S.Co. ottengo un impianto vecchio da rinnovare?

No, i LED per applicazione industriale hanno una durata quantificabile tra le 30’000 e 50’000 ore di utilizzo, l’impianto genererà più di quanto necessario alla sostituzione di tutti i tubi nella restante vita tecnica utile!

Se effettuo l’intervento da solo potrei risparmiare di più?

Non necessariamente. Tralasciando la necessità di immobilizzare capitali e ridurre la liquidità aziendale, abbiamo l’assenza di garanzie sul risultato.

Si possono fare contratti più brevi o concordare quote più alte?

Certo, la durata del contratto è in parte legata alla divisione dei risparmi.

Back To Top